20a di campionato: Calvina-Crema 0-0

Una Calvina solida ed organizzata respinge l’insidia venuta da Crema e centra il suo quinto risultato utile consecutivo, portando a casa il primo 0-0 stagionale. Un pari che tutto sommato sta bene ai biancoazzurri, che proseguono sulla strada della crescita, aggiungendo un punticino ad una classifica diventata da qualche settimana positiva. Se nel momento critico i pareggi servivano a poco e si accettava il rischio della sconfitta nell’inseguimento dei 3 punti (non un caso che nell’intero girone d’andata non sia mai uscito il segno “x”), adesso che l’obiettivo è consolidare lo sforzo della rimonta risulta importante evitare battute d’arresto. Meno contenti, a fine match, i viaggianti, totalmente invischiati nella lotta playout nonostante le ambizioni di inizio stagione li volessero vedere volare ben più in alto.

Squadra che convince non si cambia, per questo mister Florindo conferma il blocco delle ultime uscite, rimettendo in mezzo al campo Crema e Delcarro dopo il turno di squalifica scontato contro il Fanfulla. Sull’altro lato, l’ex Udinese e Napoli Andrea Dossena – subentrato durante la stagione ad un altro ex Serie A, Alessio Tacchinardi – schiera i suoi secondo un 4-3-3 bilanciato, che passa dalla regia di Porcari, dalle escursioni offensive del laterale destro Kouadio e dalla prepotenza fisica di Fall. La partita sarà equilibrata dal primo all’ultimo minuto e non ci saranno tantissime occasioni per sbloccarla. La più clamorosa in favore della Calvina capita al 19′: Misimovic si disimpegna con un retropassaggio che prende in contro tempo Zanellato, in agguato c’è Mauri, che insegue la palla già diretta verso la rete nel tentativo di deviarla, ma sul più bello viene raggiunto dallo stesso portiere cremasco, che riesce a deviare la sfera quanto basta per farla finire sul palo.

Kouadio si costruisce due opportunità identiche tra fine primo tempo e inizio secondo, combinando con Pagano e calciando di sinistro a un soffio dal palo. Sellitto è determinante nell’intercettare in uscita bassa un passaggio di Pagano che avrebbe mandato in gol Pignat, poi nell’ultimo quarto d’ora, anche grazie alle forze entrate dalla panchina, che danno energia all’undici di casa, la bilancia tende maggiormente dalla parte della Calvina, ma i colpi di testa di Crema e Delcarro (due volte) trovano risposte a tono di Zanellato. A tempo quasi scaduto Boldrin incappa nel secondo giallo, ma ci sarà tempo solo per vedere una punizione deviata di Grea pizzicare la traversa.

Un Florindo sereno risponde così alle domande dei giornalisti nel post partita: «Ci abbiamo provato, soprattutto nel secondo tempo, peccato non essere riusciti a trovare la via del gol. Loro sono venuti a difendersi, l’hanno fatto bene dal primo al novantesimo. Abbiamo rischiato davvero poco e abbiamo provato a vincere, ma in questo momento è importante muovere la classifica. Chi è entrato ha fatto bene, ho avuto ottime risposte, è mancata un po’ di cattiveria nell’ultimo passaggio e un pizzico di fortuna, ma continuiamo a crescere».

Prossimo appuntamento domenica prossima allo “Zucchini” di Budrio (BO) contro il Mezzolara, squadra con velleità di promozione.

I TABELLINI

Calvina-Crema 0-0

CALVINA (4-3-1-2): Sellitto; Zanolla (15′ st Turlini), Chiari, Sorbo, Boldrin; Crema, Cazzamalli, Delcarro; Bracaletti (31′ st Boreggio); Recino (23′ st Valenti), Mauri (37′ st Bittaye). (Ravelli, Ruffini, Broli, Pellegrini, Gbelle). Allenatore: Michele Florindo.
CREMA (4-3-3): Zanellato; Kouadio, Grea, Misimovic, Corna; Pignat, Porcari, Dragoni; Campisi, Pagano, Fall (37′ st Corioni). (Romeda, Giosu, Orchi, Biglietti, Bignami, Nardini, Geroni, Goh). Allenatore: Andrea Dossena.
ARBITRI: Vito Guerra di Venosa; Alessia Cerrato di San Donà di Piave, Michael Gnocco di Este.
NOTE: espulso Boldrin al 44′ st per somma di ammonizioni. Ammoniti Zanolla (Ca), Corna, Grea, Campisi, Sorbo (Ca). Recupero: 0′ e 3′. Spettatori: 200 circa.