4a di campionato: Calvina-Mezzolara 1-2

La fortuna continua a non sorridere alla Calvina. La quarta giornata di campionato è ancora amara per i colori biancoazzurri, con il Mezzolara arriva la quarta sconfitta in campionato. Un risultato che punisce senza sconti la squadra che nell’arco dei 90 minuti ha cercato con più determinazione la via dei tre punti, premiando invece un avversario ordinato ed abbottonato, che trova incassa il bottino pieno sfruttando al massimo le due occasioni più nitide capitategli.

In casa Calvina non può che esserci rammarico e frustrazione, la classifica rimane pesantemente deficitaria, anche se il campo parla di prestazioni in continuo miglioramento. Anche oggi, come già visto lunedì scorso a Crema, i ragazzi di Serafini (che, squalificato, seguiva da bordocampo: a guidare dalla panchina c’era il vice Cortinovis) hanno dimostrato di saper tenere il campo con efficacia, tenendo le redini dell’incontro e mostrando più fame dei dirimpettai, comunque forti dei 6 punti in classifica con i quali si presentavano al “Tre Stelle-Francesco Ghizzi” di Desenzano. A conti fatti sono gli episodi a far pendere la bilancia dalla parte dei bolognesi, tutti concentrati nella parte finale della gara.

Al 31′ il signor Di Renzo di Bolzano fischia un calcio di rigore per l’atterramento in area di Aguiari: Ianniello è glaciale nel trasformare la massima punizione, spiazzando Garletti. Cortinovis va allora all-in buttando nella mischia Maffioletti per Brunelli, variando il sistema di gioco dal 4-3-3 al 4-2-3-1, con Bracaletti che passa a giocare sotto punta. La reazione calvisanese è rabbiosa e al 36′ è addirittura Chiari, il giocatore con più presenze in maglia biancoazzurra, ad accompagnare e concludere il contropiede che significa 1-1. Nemmeno il tempo di esultare che il Mezzolara rimette la testa avanti, a 5′ dalla fine, sfruttando una palla persa in uscita ed ottimizzandola con il diagonale di Sala. I padroni di casa non ci stanno e nell’assalto finale sfiorano il pari in almeno due circostanze: la traversa colpita di testa da Sorbo su cross da calcio d’angolo e la parata provvidenziale di Malagoli sul tiro a botta sicura, in area piccola, di Bittaye (nella foto).

Intercettato dai giornalisti al termine del match, Matteo Serafini legge in questo modo l’inciampo odierno e la situazione delicata venutasi a creare all’interno dell’ambiente in riferimento alla classifica: «Questi zero punti ci fanno male, perché non ce li meritiamo. Oggi più che mai avevamo bisogno di un risultato positivo, per guadagnare un po’ di fiducia, perché i ragazzi potessero credere con più tranquillità nel lavoro che stiamo portando avanti come staff. Penso che non concedere praticamente nulla a squadre di livello come Crema e Mezzolara, senza tuttavia portare a casa nemmeno un punto, sia ingiusto. Anche stavolta siamo stati puniti per due errori in due situazioni di gioco che avremmo dovuto leggere meglio, ma per il resto non è successo nulla dalle parti di Garletti per tutti i 90 minuti. Al contrario continuano a capitarci occasioni, anche nell’area piccola avversaria, nelle quali per un motivo o per l’altro non si riesce a buttar dentro la palla. Cosa posso dire ai miei ragazzi? Di insistere, di impegnarsi per limare quei pochi errori che stiamo commettendo, che in questo momento stanno facendo la differenza. Non mi lamento della panchina fatta esclusivamente di quote, sapevo dall’inizio di avere un gruppo molto giovane, la squadra deve crescere e, col tempo, acquisire l’esperienza che inevitabilmente ora manca. Gli zero punti fanno male, ma i nostri obiettivi non cambiano: la Calvina ha tutto per ottenere una salvezza tranquilla».

IL TABELLINO

Calvina-Mezzolara 1-2

CALVINA (4-3-3): Garletti; Turlini (46′ st Zanolla), Chiari, Sorbo, Broli; Delcarro, Meduri, Brunelli (32′ st Maffioletti); Bracaletti (47′ st Crema), Veneziani, Bittaye. (Alborghetti, Perez, Baronio, Delmonaco, Pellegrini, Gbelle). Allenatore: Alessandro Cortinovis (Matteo Serafini squalificato).

MEZZOLARA (3-4-3): Malagoli; Maioli, Pappaianni Lenzi, Montebugnoli; Kharmoud (42′ st De Lucca), Rossi, Roselli, Lo Russo; Ianniello (33′ st Sereni), Negri (15′ st Sala), Aguiari (4′ st El Bouhali). (Albertazzi, Ferrari, Boschini, Salcuni, Mazzoni). Allenatore: Romulo Eugenio Togni.

ARBITRI: Di Renzo di Bolzano; Forgione di Gradisca d’Isonzo e Baddrettine di Tolmezzo.

RETI: st 31′ rig. Ianniello, 36′ Chiari (C), 40′ Sala.

NOTE: ammoniti: Bracaletti, Veneziani, Meduri, Chiari; Roselli, Montebugnoli, Aguiari, Malagoli. Recupero: 0′ e 4′.