5a di campionato: Progresso-Calvina 1-0

Continua l’attesa della Calvina per i primi punti della stagione 2019-2020. A Castel Maggiore (BO) il Progresso fa valere il fattore campo e con il punteggio di 1-0 porta a casa l’intera posta in palio nella quinta giornata di campionato del girone D di Serie D. Gli uomini di mister Serafini (sostituito ancora dal vice Cortinovis causa squalifica) incappano così nella quinta sconfitta in altrettante uscite, la terza fuori casa, la terza occorsa con la casella delle reti fatte rimasta vuota. La trasferta emiliana lascia in eredità anche due infortuni da valutare nei prossimi giorni: quello probabilmente più leggero capitato a Zanolla, ricoverato al pronto soccorso per accertamenti in seguito ad un colpo alla testa, e quello muscolare di Bracaletti, costretto ad alzare bandiera bianca dopo solo 13 minuti di match.

La gara inizia nel segno di una delle new entry nella formazione titolare, Baronio, che schierato sulla linea dei centrocampisti al posto di Brunelli si fa vivo già al 3′ con un sinistro bloccato da Bruzzi. Lodi ci prova poco dopo dal limite, poi al 12′ il primo turning point della gara: su un’iniziativa condotta da Recino, Bracaletti si infortuna ed è costretto a lasciare il posto a Pellegrini. Al 17′ Girotti incoccia un cross di Rossi dalla destra colpendo in pieno la traversa, tra 25′ e 26′ ci provano prima Baronio e poi Meduri, senza esito. Al 29′ Rossi alza troppo la conclusione, mentre al 38′ è la Calvina a colpire un legno: Bittaye crossa, Delcarro di testa centra il palo. Il primo tempo si chiude sullo 0-0.

A inizio ripresa ci prova subito Zattini, poi nulla fino al 16′, minuto in cui si decide l’incontro: Gulinatti batte una punizione dal limite destro dell’area biancoazzurra, calcia forte in mezzo alla barriera, la palla passa e trafigge Alborghetti, scelto questo pomeriggio a difendere per la prima volta i pali bresciani. Al 21′ si fa male Zanolla, entra Gbelle, con il baricentro calvisanese che si sposta notevolmente in avanti. Al 34′ l’altra grande occasione di marca ospite: Recino calcia di potenza una punizione, Bruzzi si supera prima deviando sul palo, poi respingendo col corpo il tap-in. Il finale non regala altre emozioni, nonostante i 9 minuti di recupero concessi dal direttore di gara. La Calvina torna a Calvisano ancora a bocca asciutta, recriminando ancora contro la poca concretezza e con una sfortuna nelle situazioni di campo che non sembrano abbandonarla. La strada si fa sempre più in salita: domenica prossima, in casa con il Fiorenzuola terzo in classifica, sarà già una sfida molto delicata in ottica salvezza.

IL TABELLINO

Progresso-Calvina 1-0

PROGRESSO (4-4-2): Bruzzi; Chmangui (20′ st Grandini), Fiore, Cestaro, Testoni; Rossi (49′ st Cantelli), Lodi, Gulinatti, Zattini (22′ st Mezzetti); Girotti, Marchetti (35′ pt Salvatori). (Tartaruga, Cocchi, Sassu, Bonvicini, Matta). Allenatore: Moscariello.
CALVINA (4-3-3): Alborghetti; Turlini, Chiari, Sorbo, Zanolla (21′ st Gbelle); Delcarro, Meduri, Baronio (43′ st Crema); Bracaletti (13′ pt Pellegrini), Recino, Bittaye. (Garletti, Gregorio, Broli, Brunelli, Maffioletti, Veneziani). Allenatore: Cortinovis (Serafini squalificato).
ARBITRO: Palmieri di Conegliano.
MARCATORI: st 16′ Gulinatti.
NOTE: ammoniti: Gulinatti, Chmangui, Baronio (C), Testoni. Recupero: 0′ e 9′.